Azienda Agricola ed Agrituristica
 “LA CONCA”

A Sansepolcro, affacciata sulla Valtiberina Toscana, in un ambiente ricco di tradizioni culturali, storiche ed artistiche, é nata la nostra proposta di vivere la natura: La Conca é una  grande azienda agricola e agrituristica ad indirizzo naturalistico di circa 300 ettari di boschi e pascoli, dove vivono allo stato naturale daini, mufloni, caprioli e cavalli.

Si soggiorna in antichi casali in pietra accuratamente ristrutturati e arredati con mobili rustici, con camino,  grande taverna e chiesetta privata.

A disposizione degli ospiti il grande Parco Naturalistico privato, piscina, equitazione, tiro con l’arco, campo di bocce, passeggiate guidate a piedi ed in mountain bike.

Postazioni per l’osservazione degli animali selvatici e fotografia naturalistica, raccolta di funghi, castagne e frutti di bosco.

L’ambiente verde e silenzioso, la presenza degli animali ed il panorama di rara bellezza e di grande suggestione vi faranno apprezzare il piacere di una vacanza esclusiva.

La storia dei luoghi “Tra abbandono e rinascita”

L’azienda é costituita da quattro unità poderali accorpate su una vasta area collinare e montana che va dai 400 ai 1000 msl., per una superficie complessiva di circa 300 Ha.

I casolari sono databili intorno al 1500 con origini storiche certe, in particolare “Santarsa” é l’evoluzione abitativa ad uso rurale di un’antica torre militare di avvistamento, di cui conserva due vani a terra voltati a botte di pregevole fattura, con posizione dominante su tutta la Valtiberina, mentre “Vallorsaia costituiva un possedimento agricolo dell’antico Monastero delle Suore di Acquitrina oggi completamente scomparso. I quattro poderi di antica origine (La Conca, Santarsa, Vallorsaia, il Cungi) sono tipici esempi di agricoltura delle aree collinari caratterizzati da un ordinamento colturale a basso impatto ambientale, piccoli appezzamenti coltivati, spesso a terrazze e campi chiusi, distribuiti su ampie zone boscate.
Il toponimo Vallorsaia deriva probabilmente dalla sua posizione in una zona fitta di boschi e selvaggia.
La presenza di due piccole Cappelle, una a Santarsa e una al Cungi sono una testimonianza dell’influenza Francescana in questa area. Il territorio, a partire dalla meccanizzazione agricola e dell’industria, databile intorno agli anni ’50, é stato abbandonato.
Questo processo di abbandono ha portato ad un degrado delle abitazioni e delle aree coltivate e allo stesso tempo ha conservato intatte le originali architetture sia delle abitazioni che delle sistemazioni agrarie.
Dal 1980 abbiamo avviato un’attività di recupero e rinascita dell’azienda con interventi di restauro conservativo sia sulle abitazioni che sull’ambiente per valorizzare il patrimonio storico di questi antichi insediamenti e il patrimonio raro di diversità biologica dei piccoli coltivati sparsi a mosaico nel bosco.
Oggi le abitazioni rurali in pietra, legno e cotto, restaurate con cura, dotate di tutti i confort, a 5 Km. dal centro storico di Sansepolcro, ci consentono di offrire ai nostri ospiti una vacanza esclusiva in un ambiente di rara bellezza.


 “L’Azienda”

Dalla ricerca appassionata di un moderno equilibrio tra rispetto della NATURA e utilizzo del territorio, nasce un nuovo modo di vivere l’AGRICOLTURA.
Nella continua riscoperta delle tradizioni contadine si innestano senza contrasti le nuove idee di valorizzazione delle risorse naturali.

La nostra attività prevalente è l’allevamento allo stato naturale di daini, caprioli, mufloni…
Le attività agricole tradizionali sono la forestazione, la produzione di foraggi per l’integrazione alimentare della selvaggina e la coltivazione biologica di cereali, olivi e ortaggi e frutta per il consumo familiare e degli ospiti.

Il legname dei nostri boschi viene trasformato nella segheria aziendale.  L’agriturismo si inserisce perfettamente in questo insieme di attività, le valorizza e permette a coloro che vengono dalla città di viverle in prima persona.